Teoria di Gioco

La Teoria di Gioco Ŕ lo studio delle decisioni prese da un giocatore (o "agente individuale") in risposta ad un altro, in uno scenario dato (il gioco).

Per essere applicabile, si basa sui seguenti assiomi:

1. I giocatori sono razionali.
Se dovete decidere accuratamente una predict, non potete basarvi sull'assunto che il vostro avversario usi mosse a caso.

2. I giocatori tendono a massimizzare le loro chance di vittoria.
In caso contrario, non esiste competizione nŔ Teoria di Gioco.

Conoscere l'avversario Ŕ basilare!

Conoscere il team dell'avversario vi regala una posizione di invidiabile vantaggio. Tuttavia, il vantaggio non si trova solamente nell'immediato: conoscere l'avversario vi aiuterÓ a tracciarne un profilo; ad esempio, preferisce l'utilizzo di Flamethrower a quello di Fire Blast? Ama il rischio o lo evita il pi¨ possibile?

Associare un profilo ad un avversario prima di giocarci contro Ŕ un buon modo per valutarne la forza; se un giocatore pi¨ debole scapperÓ di fronte al minimo pericolo, un giocatore migliore del precedente considererÓ un numero superiore di possibilitÓ (il che lo rende pi¨ familiare con le famose prediction) ed i giocatori pi¨ forti giocheranno sfruttando ogni risvolto del mind-game (io so che tu sai che io so che tu sai che io so...)

Durante una battle, cercate di scoprire il prima possibile se il profilo tracciato Ŕ accurato. Questo si applica anche ad avversari ben conosciuti, perchŔ nessuno gioca allo stesso modo in giorni differenti, per un numero indefinito di ragioni esterne. Ad ogni modo, applicare questo punto risulta spesso pi¨ facile a dirsi che a farsi, perchŔ i giocatori tendono a giocare con maggiore cautela nelle fasi iniziali dell'incontro.

Catalogate le informazioni che si susseguono durante una battle, specialmente i momenti in cui prendete il sopravvento sull'avversario e vice versa. Dopo un po', i giocatori migliori svilupperanno un senso di "ci˛ che sta accadendo", ed insisteranno poi sui punti a loro vantaggio. Una battle tra i giocatori pi¨ forti Ŕ, essenzialmente, una gara a chi Ŕ il migliore quel particolare giorno.

I giocatori pi¨ forti sono in grado di modificare il loro stile di gioco, quando realizzano di trovarsi in una situazione di svantaggio.

Il Dilemma della Prediction

Predictare Ŕ comportarsi secondo probabilitÓ assegnate in casi di incertezza.

Davanti allo Swampert di Carlito, Allievo si trova l'Heracross di Cercatesori, Pigliamosche; Carlito considera che potrebbe usare questo turno per posizionare le Stealth Rock con il suo Swampert, ma pensa anche che, se Swampert dovesse subire un Close Combat o un Megahorn, probabilmente il match volgerebbe subito a suo svantaggio, probabilmente trasformandosi in una sconfitta. Conoscendo il livello inferiore del suo rivale, Carlito assegna delle probabilitÓ: difficilmente Heracross userÓ Close Combat al primo turno, potendo incappare in un PokÚmon Ghost. La quarta mossa di Heracross (Pursuit?) non ha motivo di essere utilizzata.
Cercatesori propenderÓ quindi per l'utilizzo di Megahorn o Stone Edge, Carlito assegna il 30% di probabilitÓ a Megahorn ed il 70% a Stone Edge; Swampert resterÓ quindi in campo, ed userÓ Stealth Rock.

L'Albero Decisionale

Ogni azione ha un effetto che porterÓ ad un risultato.

I risultati del dilemma precedente possono essere di due tipi:
1. Carlito ha uno Swampert in salute ed ha piazzato le Stealth Rock sul lato dell'avversario del terreno;
2. Lo Swampert di Carlito resterÓ inutilizzabile per il resto dell'incontro, il che lascerÓ il giocatore scoperto di fronte alla minaccia di Garchomp, Tyranitar etc..

Le decisioni sono influenzate anche da fattori secondari, che classifichiamo sotto il nome di fortuna. Il Megahorn di Heracross pu˛ fallire lasciando Swampert miracolosamente in salute, oppure colpire con un critical hit, mettendo ko Swampert.
La prima, conoscendo Carlito.

Indipendenza

Decisioni ulteriori sono pi¨ interessanti. L'esito di un confronto ripetuto non dipenderÓ solo dalla situazione della battle, ma alcune cause saranno rintracciabili in ci˛ che Ŕ avvenuto nelle precedenti battle. Il buon giocatore tenta di essere imprevedibile non aderendo agli schemi, ma i migliori giocatori considerano sempre i pro e contro di ogni situazione.

Senza dubbio, avrai immagazzinato maggiori informazioni sul team dell'avversario, il che cambia le probabilitÓ ed i risultati che ti aspetti da ogni situazione. Il mind game comincia ora a farsi davvero sentire, e sarÓ bene che il profilo da te tracciato sia accurato!

Induzione

Se vuoi che qualcuno si comporti in un modo specifico, adotta una tattica che lo obblighi a compiere quell'azione! Questo si applica ai giochi come alla vita reale.

L'induzione si applica ai PokÚmon tramite gli choice item. Non appena selezioni un attacco, vieni obbligato a ripetere quello, o a switchare. Conoscendo la tua azione d'attacco, il tuo avversario non pu˛ che reagirvi nella miglior maniera a lui possibile: non manderÓ mai, ad esempio, un Salamence ad usare Dragon Dance quando la vostra azione d'attacco Ŕ Ice Beam.


-Liberamente ispirato alla "Game Theory" di quel genio che Ŕ McGraw